Il Consiglio di Stato in merito al gasdotto in Puglia

CONTEMPERAMENTO DI INTERESSI

libra

Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla realizzazione del Tap, il gasdotto dell’Adriatico, respingendo gli appelli proposti contro la sentenza del Tar dalla Regione Puglia e dal Comune di Melendugno.

Con la sentenza n. 1392, pubblicata ieri, la IV Sezione di Palazzo Spada, ha ritenuto che tutte le procedure amministrative siano state svolte correttamente, riconoscendo l’avvenuto rispetto del principio di leale collaborazione tra poteri dello stato nel superamento del dissenso espresso dalla regione alla realizzazione dell’opera.

Fin dove può spingersi lo Stato ad espropriare terreni privati, quando deve costruire opere di interesse pubblico?

L’articolo 43 della Costituzione riserva allo Stato il potere di espropriare beni privati, quando deve essere realizzata un’opera di pubblica utilità. Tuttavia però, è sempre la stessa costituzione a limitare questi poteri per ragioni di salute pubblica, o di preservazione di altri interessi importanti per la collettività.

consiglio di stato
CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE QUARTA
Sentenza 9-27 marzo 2017, n. 1392

I commenti sono chiusi.