CITTADINANZA E COSTITUZIONE IN TUTTE LE SCUOLE, nota ufficiale APIDGE

logo web

NOTA UFFICIALE

APIDGE: SI ALL’INSEGNAMENTO DI CITTADINANZA E COSTITUZIONE IN TUTTE LE SCUOLE, MA CON DOCENTI ABILITATI NELLA CLASSE DI CONCORSO SPECIALISTICA (A046)

 

Qualche giorno fa Luciano Corradini, professore emerito di di pedagogia generale nell’Università di Roma Tre, è intervenuto in merito all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, relativamente al quale sarebbe in fase di redazione un apposito testo ministeriale. In effetti, già dal prossimo anno scolastico le attività svolte, nell’ambito dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, saranno oggetto di valutazione nel primo ciclo, come detta il decreto legislativo n. 62/2017, attuativo della legge 107/2015 e recante nuove norme su valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato.

Secondo l’APIDGE, Associazione Professionale degli Insegnanti di scienze giuridiche ed economiche, introdurre lo studio della specifica materia “Cittadinanza e costituzione” già a partire dalla scuola primaria segna sicuramente il primo passo per educare i giovani cittadini alla legalità e alla democrazia partecipativa “ma questo insegnamento – sottolinea il presidente Ezio Sinaspetterebbe esclusivamente ai docenti di diritto ed economia (cdc A046), che posseggono il giusto patrimonio di conoscenze e competenze da trasmettere ai nostri alunni e utile per una valutazione al termine del percorso didattico”.

L’APIDGE, per questo, sollecita il MIUR ad un incontro per valutare l’opportunità di affidare l’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” ai docenti della cdc A046, soprattutto in vista dell’inserimento di questo materia di studio nelle scuole secondarie di I e II grado. Proprio per il secondo ciclo, il decreto 62/2017, che detta nuove norme per l’esame di Stato a partire dal 2018/19, prevede che le conoscenze e le competenze acquisite dagli studenti nell’ambito delle attività di Cittadinanza e Costituzione saranno oggetto di valutazione  nel corso della prova orale. Una valutazione che dovrebbe essere svolta da chi ha competenze in merito, con un curriculum studiorum poggiato su basi giuridiche/economiche. Pertanto, l’incontro richiesto al MIUR da APIDGE sarebbe funzionale a delineare un percorso per dare forma e sostanza a questa disciplina nelle scuole, prevedendone una programmazione sistematica e continua tra scuola primaria e scuole secondarie di I e II grado a cura esclusivamente dai docenti della classe A046, al fine di evitare di fornire solo nozioni generali, tralasciando senso critico e approfondimento.

Collocare la propria vita, già da studente, in un sistema di regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona, della collettività e dell’ambiente – dichiara Francesca Caggiano, Responsabile Comunicazione dell’APIDGE – è la base imprescindibile per una società civile, democratica e pacifica. Occorre, tuttavia, che l’insegnamento di ‘Costituzione e Cittadinanza’ venga impartito dai docenti di scienze giuridico-economiche, i più indicati nelle scuole a instillare negli studenti il senso di cittadinanza attiva e la consapevolezza dei propri diritti e doveri”.

Uff. Stampa APIDGE

http://www.orizzontescuola.it/cittadinanza-costituzione-ai-docenti-diritto-arrivato-momento/

os

I commenti sono chiusi.