Alternanza scuola-lavoro: proposta APIDGE

alternanza SL

Alternanza scuola lavoro. APIDGE: proposta per i docenti soprannumerari A046i

 

L’APIDGE, Associazione Professionale Docenti Scienze Giuridico-Economiche, lancia una proposta per i docenti soprannumerari della classe di concorso “A046 Scienze giuridico-economiche”.

Dal momento che molti docenti, presumibilmente anche nell’a.s. 2017-2018, non avranno la possibilità di esercitare la funzione di insegnamento con l’ottenimento della cattedra interna e/o esterna, sarebbe utile indirizzare queste professionalità a disposizione delle scuole nelle attività di Alternanza Scuola-Lavoro, di competenza delle singole Istituzioni scolastiche di Istruzione Secondaria di 2° grado.
Molto spesso, infatti, le attività di Alternanza Scuola Lavoro sono gestite all’interno di numerosi istituti scolastici in assenza di profili professionali adeguati: da più parti si denuncia infatti che venga privilegiato il conferimento del tutoraggio interno più per motivi di distribuzione dei fondi disponibili che per le effettive e comprovate competenze possedute in termini di conoscenza del mondo del lavoro.
“La mancanza di competenze in capo al docente tutor – spiega Lorena Olivi di Apidge Marche – non può consentire, di riflesso, alla singola istituzione scolastica, di rilevare e giudicare in tempo utile la professionalità del soggetto ospitante, anche al fine della sua immediata sostituzione, nel solo ed esclusivo interesse delle esigenze ed obiettivi formativi degli alunni nonché per prevenire possibili azioni giudiziarie che le famiglie degli alunni potrebbero promuovere in capo alla singola scuola e ai singoli docenti coinvolti nell’attività di Alternanza Scuola Lavoro per omissione dell’obbligo di sorveglianza e tutela di soggetti minori”.

L’APIDGE, pertanto, propone a tutti i colleghi di “A046 Scienze giuridico-economiche”, ma in particolare ai docenti che si trovano in posizione di soprannumerari – che anche nel caso di assegnazione provvisoria si troveranno a ricoprire la funzione di “tappabuchi” – di candidarsi ufficialmente ad occuparsi di Alternanza Scuola Lavoro nella scuola di assegnazione e in quelle ad essa consorziate.
Questa proposta si presta all’esigenza di creare una nuova figura di docente che si occupi in modo esclusivo dei percorsi didattici di alternanza scuola lavoro, con la possibilità di sfruttare le compresenze, conformemente elle buone indicazioni della Legge n. 107 del 2015.
La candidatura a ricoprire tale ruolo dovrà pervenire alla singola istituzione scolastica mediante pec o consegna brevi manu agli uffici di segreteria scolastica, con richiesta di restituzione della copia protocollata.

“Il docente di Scienze giuridico-economiche provvederà – continua Lorena Olivi – nella lettera di candidatura, ad offrire alla scuola il proprio supporto anche in termini di docenza formativa degli allievi; in particolare si renderà disponibile per fornire un certo numero di ore di docenza (ore 30 almeno) di diritto del lavoro (ore 10), principi base di economia: beni, bisogni, circuito economico (ore 10), cenni alle varie tipologie di mercato (ore 10)”.
Il singolo docente valuterà, in considerazione del numero degli alunni coinvolti, se sia preferibile replicare l’attività formativa per ogni classe dell’Istituto interessata all’esperienza/obbligo formativo di Alternanza Scuola Lavoro: la valutazione di tale percorso formativo sarà affidato al docente di “A046 Scienze giuridico-economiche” seguendo la griglia di valutazione stabilita nel POF dell’Istituto.

“Sarebbe auspicabile in tale ottica – aggiunge Francesca Caggiano, responsabile comunicazione APIDGE – istituire ufficialmente in ogni istituto scolastico questa materia (ndr. Alternanza Scuola Lavoro) come insegnamento curriculare, a cura dei docenti A046, per fornire agli studenti gli strumenti utili ad affrontare in maniera più consapevole il mondo del lavoro, preparandoli allo svolgimento dell’esperienza sul campo”.

Tra i compiti da svolgere si raccomanda di specificare in merito ai controlli periodici sulle capacità didattiche del soggetto ospitante e a stilare una lista di soggetti White-List e Black-List, liste che rimarranno a disposizione di tutti gli istituti dell’ambito scolastico e di qualsiasi altro istituzione che ne chiedesse visione.
Nella lettera di candidatura si chiederà di approvare il conferimento dell’incarico sia in seno al singolo Consiglio di Classe che nel primo Collegio Docenti utile (approvazione del punto come modus operandi dell’Istituto per la gestione dell’Alternanza Scuola Lavoro ed affidamento degli incarichi di tutoraggio)
“Le motivazioni dell’eventuale mancata approvazione della candidatura – dichiara Ezio Sina, Presidente APIDGE – dovranno essere raccolte dal docente con richiesta di copia dei specifici verbali e trasmessi alla Presidenza di APIDGE ([email protected]) per valutare la possibilità di instaurare azioni di verifica della legittimità e dell’opportunità degli atti dei Responsabili scolastici.

os

Link: http://www.orizzontescuola.it/alternanza-scuola-lavoro-apidge-proposta-docenti-soprannumerari-a046/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*